Decrease font sizeReset font sizeIncrease font size
  • Facebook: pages/Cassino-Italy/Museo-Historiale-di-Cassino/121390987911085
  • YouTube: museohistoriale
Museo HistorialeMuseo HistorialeMuseo HistorialeMuseo HistorialeMuseo Historiale
Sabato 21 Ottobre 2017
ItalianoEnglishPolish (Poland)DeutschFrançais

15 Marzo1944 Bombardamento

E-mail Stampa PDF

Dopo quasi un mese di relativa calma ha inizio l'operazione Dikens. Alle 8:30 del mattino il cielo della città di Cassino venne oscurato da 575bombardieri medi e pesanti e 200 cacciabombardieri che lanciarono sulla città circa quattromila tonnellate di bombe. Le bombe cadendo formavano gayser di fango e detriti lasciando colonne di fumo che si allargavano. A causa del fumo le ondate successive di bombardieri sbagliarono i loro obbiettivi e colpirono postazioni civili e alleate. Finito l'inferno la città di Cassino non esisteva più, era solo un cumulo ci macerie, non c'era neache un solo edificio intatto. Nonostante l'inaudito bombardamento molte guarnigioni tedesche rimasero illese e riuscirono ad organizzare un'efficace controffensiva. La presa della linea Gustav venne rimandata, bisognava attendere l'esercito polacco, comandato dal valoroso Generale W. Anders per far indietreggiare i soldati della X armata tedesca.

Ultimo aggiornamento Lunedì 14 Marzo 2011 15:50  


Powered by Prima Posizione Srl